Odontoiatria

I Probiotici più promettenti per la salute orale

di Alessandro Pala

probioticiLa definizione di Probiotico dell’Organizzazione Mondiale della Sanità come di “microrganismo vivente che, se somministrato in quantità adeguate, conferisce benefici alla salute dell’ospite” è relativamente recente (2001). Tuttavia i tentativi di curare infezioni umane causate da patogeni o aumentare la resistenza dell’ospite (batterioterapia o batterioprofilassi) risalgono alla fine dell’800. Il primo esempio è probabilmente quello di Cantani che nel 1885 descrisse idea e modalità con le quali aveva guarito un paziente insufflando nei polmoni “Bact Termo“ per sostituire il Bacillo della Tubercolosi.

Leggi tutto...

La gnatologia, lo Zen e l’arte di masticare bene

di Gabriella Tornotti

zenGnatologia, che sarà mai? Ne sentiamo spesso parlare e se pur istintivamente ne si intuisca l’ambito di applicazione, non sempre ne sappiamo abbastanza. Dal greco gnatòs (γνάτοσ): mandibola. In due parole: la scienza del morso, del mordere. Per la precisione, lo studio del modo in cui le arcate dentarie si chiudono (e aprono…), che sentiamo spesso definire con il termine occlusione dal nostro odontoiatra e che idealmente dobbiamo mantenere in equilibrio, uno tra gli obiettivi prioritari nella ricerca del raggiungimento di una globalmente buona qualità della vita. Uno tra gli obiettivi delle pratiche Zen. Alle spalle dell’essenziale funzione primaria relativa al mordere, cioè la masticazione, vi è il lavoro millimetricamente coordinato ed equilibrato di moltissimi fasci muscolari, tendinei, nervosi e di strutture ossee, articolari, cutanee e mucose.

Leggi tutto...

L’attività protettiva dei probiotici per la salute orale

di Alessandro Pala

ProbioticiFlora orale e Probiotici sono costituiti da comunità microbiche che interagiscono tra loro: questo spiega come i nuovi approcci terapeutico- biologici con Probiotici stiano acquisendo una crescente popolarità per il trattamento di alcune comuni patologie orali. Nella bocca vivono più di 700 specie di microorganismi, per la maggior parte batteri che, nel loro insieme, costituiscono una popolazione di  miliardi di individui. In un singolo cavo orale il numero di batteri può superare quello degli abitanti della terra; in una bocca  pulita un solo dente ospita 1000-100.000 batteri ma, in condizioni di scarsa igiene orale, sono presenti popolazioni batteriche da mille a diecimila volte più numerose.

Leggi tutto...

Quali Zuccheri sono nemici dei denti?

di Alessandro Pala

zuccheriZucchero è il termine generale che descrive alcune sostanze dolcificanti, chimicamente definite, molte delle quali sono presenti negli alimenti. Ai fini della nutrizione si possono suddividere nelle classi di Zuccheri-liberi e Zuccheri-alcoolici, caratterizzate da proprietà e da effetti molto diversi sulla salute orale e generale. Glucosio, Fruttosio, Galattosio, formati da una sola unità (monosaccaridi), e Saccarosio, Lattosio, Maltosio, Trealosio, formati da due unità (disaccaridi) sono considerati Zuccheri-liberi se sono deliberatamente aggiunti a cibi e bevande dai produttori o dai consumatori. Sono considerati Zuccheri-liberi anche quelli naturalmente presenti nel miele, negli sciroppi o nei succhi di frutta. Eritritolo, Xilitolo, Sorbitolo, Mannitolo, Maltitolo, Lactitolo, Isomalto, sono abbastanza simili ai precedenti, ma hanno proprietà generalmente meno dannose per la salute orale. E’ quindi preferibile limitare il consumo di Zuccheri liberi, o sostituirne una parte con gli Zuccheri-alcoolici, o altri tipi di dolcificanti, chimicamente differenti, e non classificati come Zuccheri.

Leggi tutto...

Abitudini alimentari e salute orale: come ridurre le patologie infiammatorie croniche

di Alessandro Pala

alimentazione igiene oraleL’organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) ha valutato in approssimativamente 2 miliardi di adulti il numero degli individui obesi e in sovrappeso. E’ motivo di preoccupazione per la stessa WHO, come per altre Istituzioni Sanitarie, che questo stato si stia instaurando in tutto il mondo perché l’eccesso nutrizionale, oltre all’obesità e al sovrappeso, porta ad un alto numero un numero di patologie croniche associate quali le malattie cardiovascolari, il diabete di tipo 2, il cancro, l’osteoporosi e le patologie orali.

Leggi tutto...

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.