L’importanza della prima colazione in età pediatrica

di Gianni Tamassia

colazioneUna sana ed equilibrata abitudine  alimentare parte dalla prima colazione. E’ infatti dimostrato scientificamente che fare una buona prima colazione si associa ad un migliore stato di salute e benessere a tutte le età. Nonostante questo, oltre il 30% dei bambini e degli adolescenti salta regolarmente tale importante pasto.

Vi sono dei motivi scientifici  che confermano l’importanza della prima colazione. Al termine infatti del periodo di digiuno notturno ( 10-12 ore ) tale pasto fornisce  l’energia  necessaria ad iniziare le attività del mattino e, in generale della giornata. Nei bambini che saltano la colazione vi è una minor capacità di concentrazione e di resistenza nella attività fisica. Al contrario una prima colazione adeguata  permette una migliore capacità di memorizzazione, un miglior livello di attenzione, di comprensione della lettura e dell’ascolto, una più efficace risoluzione dei problemi matematici. Tutto questo non solo nelle ore successive, ma anche durante la giornata.

Accanto a questo vi è un altro importante risultato: migliorano anche alcuni parametri metabolici quali i livelli ematici di colesterolo LDL e dei trigliceridi e dell’ossidazione delle LDL. Tutto questo porta ad una miglior sensibilità all’insulina e controllo del livello della glicemia nei pasti successivi e , in ultima analisi, ad un ridotto rischio di sovrappeso e obesità.

La prima colazione inoltre ha un potere saziante particolarmente efficace portando ad un miglior controllo dell’appetito anche nei pasti successivi.

Una corretta prima colazione prevede di assumere il 15-20% delle calorie della giornata; nei ragazzi e negli adolescenti che assumono regolarmente la colazione migliora la qualità e la quantità di vitamine, minerali, fibre; per contro si riduce la quantità di grassi saturi, colesterolo e calorie assunte nella giornata. Chi salta il pasto del mattino per contro  introduce quantità di Vit.A, B6, B2, D, Ca, Fe, Mg, P e Zn al di sotto dei livelli raccomandati.

Nella dieta italiana e mediterranea pane, biscotti e fette biscottate con marmellata, cereali misti, yogurt o latte, frutta o spremute di arance sono gli alimenti più indicati. Si può variare con l’introduzione di cioccolata spalmabile, ma controllando nel resto della giornata l’assunzione di ac. grassi saturi idrogenati in forma trans.

 

Utilizzo dei cookie: per garantire funzionalità e preferenze di navigazione questo sito utilizza cookie proprietari, al fine di migliorare l'esperienza dei propri utenti, e si riserva l'utilizzo di cookie di terze parti per migliorare i propri servizi. Per maggiori informazioni e ricevere eventuali istruzioni sull'uso dei cookie leggi l'informativa estesa, premendo il tasto CHIUDI accetti l'utilizzo dei cookie.